NOTICIAS

Aggiornamento: Shaun Simpson

L’occasione della settimana su 24MX!

Il principale pilota britannico della MXGP, Shaun Simpson del team RFX KTM, dovrebbe tornare sulla sua 450 SX-F questa settimana dopo essersi fratturato un osso nella mano destra durante il quarto round del British Motocross Championship del 2019 a Blaxhall.

L’ex vincitore di Gran Premi è stato costretto a saltare i Gran Premi in Russia e Lettonia e si è anche fermato nel round tedesco della serie MXGP questo fine settimana per fare i suoi primi tentativi sulla moto dopo aver fratturato il quinto metacarpo.

Simpson ha sostenuto l’infortunio in un incidente anomalo mentre continuava la sua corsa per il titolo nazionale.

“Stavo andando dritto alla prima manche e stavo seguendo alcune schermate all’interno della prima curva”, ricorda. “Tommy [Searle] sembrava avere l’holeshot e io stavo rispettando la linea interna per vedere se forse sarebbe andato largo. All’improvviso c’era una parte del recinto che sporgeva un po’ e inaspettatamente ha aperto il mio paramano e la mia mano e questo è quello che alla fine ha rotto. Ho girato addosso a Tommy e ha colpito il ragazzo accanto a lui che ha creato questo effetto domino. “

Mentre in alcuni disagi, Simpson è stato (notevolmente) in grado di completare il resto della gara e terminare in quarta posizione. Alcuni esami in seguito hanno confermato la sua seconda frattura alla mano in due anni dopo aver subito quella che è stata una rottura molto peggiore nel Gran Premio del 2017 in Lettonia.

“In Lettonia era il mio terzo metacarpo e più vicino al centro della mano”, spiega il 31enne. “Anche se è stato fissato con una placca, ci vuole ancora un po’ per recuperare. Questo è un po’ diverso: sembra che stia guarendo più velocemente. Mi sento come se potessi già andare in mountain bike e sono passati solo dieci giorni senza troppo dolore o fastidio, non voglio andare troppo veloce e una battuta d’arresto sarebbe un disastro con quel periodo di quattro-sei settimane.”

Il decimo round della MXGP a Teutschenthal questo fine settimana arriva troppo presto per il #24 e anche il lungo viaggio in Asia per i due eventi indonesiani di questo mese è improbabile. Simpson ha i suoi occhi puntati sulla competizione britannica prima di prendere in considerazione i Gran Premi.

“Sto guardando al prossimo campionato britannico tra due settimane a Desertmartin”, ha rivelato l’ex campione che è a soli cinque punti da Searle in classifica. “Questa sarà la mia prima gara e non penso che sarà di alcun beneficio per poi volare dritto in Indonesia per il doppio appuntamento non sarò sul passo dei Gran Premi. Quindi resteremo a casa e continueremo a guidare e lavorare su moto e manche, poi guarderemo ad Hawkstone Park – adoro quella pista – dopodiché torneremo per l’ultimo terzo del calendario GP al 100% per finire l’anno in MXGP. Penso che sia il modo migliore per farlo e la decisione intelligente.”

Il furioso ritmo del campionato mondiale FIM e delle date nazionali significano che Simpson ha avuto poco tempo prezioso per riprendersi e riacquistare fiducia. Ha significato alcune scelte strategiche e difficili.

“Odio totalmente le gare e i Gran Premi mancanti”, dice. “Non vedevo l’ora che arrivasse la Lettonia, la Germania e il viaggio in Indonesia, è la mia sedicesima stagione nei Gran Premi e viaggiare è ancora una parte così bella del lavoro, è un peccato, ma in passato ho preso delle decisioni sul ritorno in gara e sono venuto a rimpiangerli, penso che abbiamo un piano forte, farò tutto il possibile per essere pronto ogni giorno e sembra che non rimarrò lontano dalla moto per troppo tempo.”

L’assenza di Simpson dai Gran Premi ha visto lo scozzese perdere posizioni e scivolare al tredicesimo posto in classifica e il suo obiettivo originale di un solido campionato MXGP nel suo ritorno al marchio KTM con il quale   nel 2015 e nel 2016 ha colto un successo. Obiettivi nella serie britannica e altri obiettivi come la selezione per il Motocross delle Nazioni ad Assen alla fine di settembre (sito della sua vittoria del ’16 MXGP) significa che Shaun rimane entusiasta di alzare il suo livello di prestazioni ancora una volta. “Questa è una battuta d’arresto, ma non è un disastro e sono ancora molto motivato”, dice. “E’ facile sentirsi giù negli infortuni, ma ora mi sento molto fiducioso di poter tornare dove devo essere. Non vedo l’ora di ritrovare quel ritmo nel resto della stagione e cercare di confermare anche le cose per il 2020.”

Testo: Adam Wheeler | Immagine: ConwayMX

Share

MX Vice Editor || 25