NOTICIAS

Due Chiacchiere Con: Ivo Monticelli

Iscriviti al canale YouTube di MX Vice.

Ad una settimana dal primo round del Campionato del Mondo FIM di Motocross 2020 fervono i preparativi per tutti i piloti che saranno schierati al via del Gran Premio della Gran Bretagna. Tra questi, ovviamente, ci sono anche Ivo Monticelli e Glen Coldenhoff. Il pilota marchigiano, particolarmente in forma nell’ultimo round degli Internazionali d’Italia MX EICMA Series 2020 sta completando i test con lo staff della WP Suspensions e si è fermato a parlarci della sua preparazione, delle nuove moto GasGas e di molto altro.

MX Vice: Sei venuto ad allenarti al sole di Roma come Glenn, come stanno andando i test?

Ivo Monticelli: Si, siamo stati in Belgio e abbiamo girato un paio di volte la settimana scorsa, poi il mal tempo non ha permesso di fare più di tanto, anche perché quasi tutte le piste erano chiuse, compresa Lommel. Abbiamo preferito venire una settimana qua a girare un po’ sul duro, piuttosto che stare fermi. Faremosei giorni di moto e un po’ di prove sul duro in vista di Matterley Basin.

Il primo confronto diretto con gli avversari è avvenuto agli Internazionali d’Italia, dove hai fatto tre belle gare, toste e impegnative e anche se non stavi davanti in partenza hai fatto vedere dei buoni recuperi. Come sono andate per te quesite prime tre gare?

Come hai detto tu sono andate abbastanza bene, sono state un ottima preparazione anche se il risultato poteva essere un po’ meglio in tutte e due le classi. Siamo caduti due volte in partenza e abbiamo fatto dei nei recuperi. L’importante è che ci siamo allenati bene e che non ci siamo fatti male. Tutti sanno che è molto facile infortunarsi in questo Sport ma noi siamo stati attenti. La preparazione invernale è andata bene, non ho cambiato molto rispetto al passato, i preparatori sono restati gli stessi perché mi sono trovato bene.  In generale sono contento e credo di essere ad un ottimo livello, anche se volgiamo crescere molto ma la stagione sarà lunga e c’è tempo.

Ti prepari ancora con Luca Fiori?

Si, mi alleno fisicamente sempre con Luca, che mi segue anche con l’integrazione e l’alimentazione. Diciamo che sono orami due anni che lavoriamo insieme, abbiamo un ottimo rapporto, ci sentiamo tutti i giorni e riesce a seguirmi anche oralmente…diciamo a distanza, meglio! (ride ndr)

Qui ti stai confrontando in pista con Jorge Prado e con Glen Coldenhoff, come vedi il tuo compagno di squadra? Ha chiuso il 2019 in modo strepitoso e sembra ancora in gran forma…

Sicuramente lui è un riferimento per me, anche perché l’anno scorso andava davvero molto forte ed ha chiuso la stagione al terzo posto, vincendo diverse gare. Quest’inverno abbiamo fatto molti allenamenti insieme, perché fortunatamente nessuno dei due ha avuto problemi fisici. Io cerco sempre di prenderlo come punto di riferimento, perché ha fatto ottime cose come pilota ed ha molta esperienza anche in team factory.

Anche la sue gestione della moto e del lavoro è ottima, lui è sempre molto attento ai dettagli e c’è molto da apprendere da lui anche se lui non è che mi voglia insegnare tanto, perché alla fine della fiera siamo comunque sempre rivali in pista. Io comunque con gli occhi cerco di rubare e prendo nota di quello che fa.

Allora ti lasciamo al tuo secondo allenamento in moto. Vedo che Tommy sta aspettando che i tecnici di WP gli restituiscano il mono dopo aver fatto le tarature, per rimontarlo e farti scendere di nuovo in pista.

Si, tra poco si riparte per la seconda run della giornata con un nuovo setting.

Tu le hai già viste ma sappiamo che non puoi dire molto a riguardo…ma queste moto rosse, come sono? Belle?

SI, sono molto belle e sono rosse come la Ferrari, che è la mia macchina preferita, quindi non vedo l’ora di averne una da usare in pista! Voi la vedrete venerdì 28 febbraio a Matterley Basin, alla presentazione ufficiale.

Intervista: Lorenzo Resta | Immagine Principale: Claudio Cabrini

Share