NOTICIAS

Due Chiacchiere Con: Alberto Forato

Iscriviti al canale YouTube di MX Vice.

Presentato da: GreenlandMX.com

GreenlandMX è noto in Europa come uno dei rivenditori più specializzati per le moto fuoristrada. Il loro negozio online offre un impressionante catalogo di marchi della più alta qualità del settore, con i migliori prezzi del mercato! La società ha un’esperienza di oltre 15 anni nel mondo del commercio elettronico via Internet ed è diventata la società di riferimento per i clienti europei. Visita GreenlandMX.com per dare un’occhiata alla loro vasta gamma di prodotti!

Presentato da: GreenlandMX.com

La prima gara dell’anno è andata in archivio e tra le più belle sorprese di questo primo appuntamento con la pista del 2020 c’è sicuramente la performance strepitosa di Alberto Forato. Domenica sera è venuto a trovarci in sala stampa e noi non ci siamo fatti scappare l’occasione per fare due chiacchiere con lui, per parlare della sua bellissima gara, del suo compagno di squadra e di tanto altro.

MX Vice: Allora, primo Gran Premio del 2020, prima grande gara. Bellissimo risultato in gara uno, quinto, ottimo risultato in una gara due un po’ più difficile, nono, per un sesto posto assoluto che farà parlare molto di te. Sarai contento!

Alberto Forato: Si, è stato un buon weekend. Oggi ho fatto due buone manche, la prima molto bene, ho finito quinto e giravo molto bene, la seconda invece ho avuto qualche problemino in più ed ho dovuto accontentarmi del nono, che comunque va bene, soprattutto considerando che siamo alla prima gara e che ce ne sono altre diciannove. Però sono tranquillo e speriamo di andare avanti sempre meglio.

E’ stato un primo Gran Premio un pochino strano, dopo otto anni abbiamo iniziato di nuovo il mondiale in Europa, per giunta in Inghilterra a febbraio, dove pioggia, vento e gelo hanno stravolto il programma del sabato.

Si, è stato un weekend un po’ strano, iniziare a fine febbraio in Inghilterra è stata una scelta un po’ azzardata, di fatti siamo stati fortunati con le condizioni di oggi ma ieri era un disastro e dopo le piogge incessanti è stato cambiato tutto il programma. Oggi è venuto fuori un lavoro discreto e c’è andata bene, a parte il gran freddo.

Il tuo compagno ha terminato al dodicesimo posto ed è stata una bella gara anche per Mattia (Guadagnini ndr), siete un po’ la nuova realtà del nostro sport in questo momento e rappresentate il futuro degli azzurri in motocross…

Questo me lo stai dicendo tu, io non sapevo come avesse finito Mattia, anche perché a fine manche avevo un po’ gli attributi che giravano e una volta messa la moto sul cavalletto sono andato via e non ho voluto vedere nessuno. Ho incrociato solo Corrado (Maddii ndr) che mi ha chiesto come stavo e gli ho risposto: “non ho voglia di parlare adesso”.

Tutto questo per una top ten nella prima gara di mondiale?

Non era per il risultato ma per come è venuto, perché senza il problema agli occhiali forse sarebbe finita ancora meglio.

Con Guadagnini vi allenate sempre insieme?

Si, in queste ultime settimane in Belgio eravamo sempre insieme, con camion e il team a lavorare sulla sabbia,. Stiamo girando bene, stiamo girando abbastanza forte, sempre con uno dei due che tira l’altro e le cose vanno piuttosto bene in questo modo, si lavora e si migliora. Io e Mattia siamo molto diversi, io sono un calzone a cui piace lavorare di brutto invece lui è più serio nell’aspetto ma poi è diverso da me nel lavoro.

Sembra che nel team si respiri una buonissima atmosfera.

Si, al momento è proprio così.

Un team a gestione familiare ma molto professionale, dove tutti lavorano duramente.

Si, siamo molto tranquilli, ognuno impegnato a fare il suo massimo.

Adesso andiamo in Olanda, sulla sabbia, per il secondo Gran Premio dell’anno. Le temperature non saranno molto migliori, te lo dico subito, però eri già in Belgio ad allenarti sotto la pioggia, quindi la cosa non dovrebbe spaventarti troppo…

Allenarmi, diciamo che era più un survival game, abbiamo fatto una garetta sotto un’acqua incredibile, però è servito sicuramente e adesso speriamo di far bene anche a Valkenswaard, l’anno scorso lì ho disputato la prima gara della mia vita in MX2 ed è andata piuttosto bene, visto che ho terminato nono, quest’anno vediamo di fare ancora meglio!

Intervista: Lorenzo Resta | Immagine Principale: Claudio Cabrini