NOTICIAS

Discussione: Mitch Evans

Super Offerta della Settimana 24MX!

Mitch Evans stava davvero puntando in alto, ma ha ricevuto un brutto colpo nel Gran Premio della Lettonia ed è scivolato al settimo posto nella classifica di campionato. La buona notizia è che non si è infortunato in modo significativo, quindi sarà di nuovo in pista nel prossimo round in Germania. Cosa è successo nel suo debutto a Kegums? Evans ha parlato di tutto in questa divertente chiacchierata post-gara.

MX Vice: Devi smetterla di cadere. Ti è successo ieri, non ne hai avuto abbastanza e ti sei ripetuto oggi? Devi solo smettere di cadere perché non ti aiuta. 

Mitch Evans: Si. Mio padre continua a dirmi la stessa cosa. La pista oggi era molto dura ma la caduta di cui sono rimasto vittima sabato mi è capitata nel punto più lento e sicuro della pista, ho solo fatto un errore. Non sono riuscito a rimettere su il piede e sono saltato lungo cadendo abbastanza duramente. Ho subito una leggera commozione in quella caduta. L’incidente di oggi è stato un problema di freschezza mentale. Ho preso decisioni troppo lentamente. Quando mi sono accorto che stavo perdendo l’anteriore ero già a terra. E’ andata così. Sono felice di non essermi infortunato e di non aver peggiorato la mia situazione oggi.

Quando ti ho visto a terra sul rettilineo di partenza ho pensato che il posteriore ti avesse scalciato e, colpendo la sponda, ti avesse sbalzato di sella. E’ andata così? 

Confermo. Ho saltato troppo a destra. Non sono riuscito a rimettere il piede sulla pedana e ho colpito la sponda. Mi sono insaccato sulla sella e la moto mi ha lanciato via ancora più forte. Poi ho colpito il manubrio con lo sterno ed ho fatto una capriola. Nella caduta ho picchiato spalla e testa. Ero coricato a terra e vedevo le stelle. Il braccio era indolenzito e mi sono detto, “Ottimo, c’è qualcosa che non va”.  Ho faticato a rialzare la moto e una volta in sella sono andato dritto in pitlane.  Hai presente quando prendi un gran pugno al braccio? Ecco quella era la mia sensazione. 

Ti ho visto alzarti, prendere la moto, sedertici sopra dando l’impressione di non sapere ciò che stavi facendo. Era come se ti chiedessi chi eri e che ci facevi lì.

La moto era in quarta quando sono caduto e siccome non avevo sensibilità alla mano non sapevo come tirare la frizione. Era bloccata in quarta e per un momento si è fermata rischiando di farmi cadere ancora. L’ho rimessa in prima e sono rientrato. 

Hai parlato di una leggera commozione cerebrale. Prima che qualcuno possa preoccuparsi, hai ricevuto il nulla osta medico prima di schierarti al via oggi. 

Si, non stavo male. Mi ricordavo la caduta e tutto il resto. Vedevo solo le stelle. Ho fatto tutto quello che serviva per riprendermi durante la notte. Nel warmup stavo bene. Sapevo di essere un pò in crisi e lento nel prendere decisioni. Ho preso qualche buca senza accorgermene. Il nostro obbiettivo era di finire entrambe le manche nella top ten senza rischiare di farmi male o peggiorare la mia situazione.  Ci siamo riusciti nella prima ma nella seconda non è andata come avevamo pianificato. Ma le gare sono così. 

Ogni pilota di MX2 con cui ho parlato oggi mi ha detto che la pista è stata troppo spianata prima delle vostre gare. Credo che anche tu la pensi allo stesso modo? 

Onestamente non sono d’accordo. Penso che abbiano fatto un ottimo lavoro oggi nel preparare il tracciato. Hanno spianato dove poteva essere pericolosa, come rampe e discese, ma il resto della pista non è stato toccato. Prima delle curve c’erano molte buche. Le parti pericolose erano i profondi canali sulle rampe dei salti, dove ci sono state molte cadute.   Probabilmente il miglior weekend che ho vissuto per quanto riguarda la preparazione della pista. Nelle altre gare le piste sono state troppo spianate e sono diventate tutte mono traiettoria.  Con questa sabbia anche se la spianavano a metà manche era già distrutta come prima.  

Penso che molti piloti della M2 ti darebbero del pazzo perché secondo loro era come fare speedway. Era così ad inizio manche o ti sembra che gli altri abbiano preso un enorme granchio? 

Ok, hai parlato con qualcuno nel weekend scorso?  

Non c’ero lo scorso fine settimana. Grazie per avermelo  fatto notare. 

Mi sono accorto che non c’eravate. Lo scorso fine settimana era molto peggio.  Appena iniziavano a farsi delle traiettorie la spianavano così diventava ancora mono traiettoria. Non credo sia successa la stessa cosa oggi ma forse ho picchiato la testa troppo forte. Secondo me era più bucata  e c’erano anche molte più possibilità di sorpassare rispetto alla settimana scorsa. 

Era sabbia, penso abbia aiutato. 

Esattamente quello che volevo dire. Di cosa si stanno lamentando gli altri? 

Ti sei improvvisamente arrabbiato.  

Non mi interessa. Possono fare ciò che vogliono. 

Ti supporteremo e faremo gruppo con te.

Lo sento. Youthstream farà ciò che vuole. Ci sono stati molti incidenti lo scorso fine settimana e altri in questo.  Un sacco di persone si sono fatte male, quindi se la aggiustano troppo o meno ognuno avrà comunque un’opinione diversa. Questo è il mio punto di vista.

Ovviamente sei un pò in difficoltà, un pò come nelle prime quattro gare. Sarai al 100% in Germania o pensi di aver bisogno di tirare il fiato ancora un pò prima? O

Sinceramente oggi la spalla non mi ha dato problemi. E’ un pò gonfia quando non faccio niente ma in sella non mi da nessun problema. L’unico problema adesso è la commozione. Il pollice è ancora gonfio e non ho idea di quando andrà meglio. Mi sottoporrò ad esami mercoledì per capire cosa sta succedendo. Per superare la commozione cerebrale dovrò rimanere lontano dal telefono e dalla TV per alcuni giorni e farmi delle belle dormite. 

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: ConwayMX

Share

MX Vice Editor || 25