NOTICIAS

Due Chiacchiere Con: Max Anstie

L’occasione della settimana su 24MX!

Max Anstie è finalmente tornato in pista e sta rimontando verso la parte alta della classifica, ma ci sono stati ancora degli alti e bassi durante il Gran Premio della Lettonia. Cos’è successo? Anstie ci ha parlato della sua gara nella sabbia di Kegums, in molti dettagli, in questa esclusiva intervista rilasciata ad MX Vice domenica. Se vuoi ulteriori dettagli, clicca sul link qui sopra per ascoltare la versione audio di questa discussione. Anstie è sempre divertente!

MX Vice: È stato un weekend buono e cattivo, penso. C’erano sicuramente alcuni momenti migliori in cui pensavo che sarebbe andata bene. I risultati non erano forse quello che volevi, ma mi sento decisamente come se andasse nella direzione giusta. 

Max Anstie: Si. È difficile. Ho avuto un weekend difficile, a dire il vero. Mi piace la pista. Mi è piaciuto quanto fosse tecnico e le cose. Semplicemente non è andata. Ieri ho faticato molto. Ho incasinato la mattina. Devo aver avuto qualcosa in albergo. È passato molto tempo da quando lo sono stato, dovremmo dire, malato. Non mi sentivo propriamente malato, ma stava uscendo dall’altra parte. Stavo stringendo. Hai capito cosa intendo. Ho fatto circa dieci minuti e mi sentivo come se stavo andando a fare la cacca.

In tutta serietà, non è stato molto bello. Ho faticato molto ieri. Mi faceva male lo stomaco. La scorsa notte non era l’ideale. Non vorrei essere la cameriera della nostra stanza d’albergo, ma oggi mi sentivo meglio. Mi sentivo bene, ma non lo so. Ho provato e bevuto molto. Avevo Imodium e tutto quel genere di cose. Semplicemente non è andata. Nella prima manche, ho spinto più forte che potevo. Non ho fatto il massimo delle partenze. Non riesco nemmeno a ricordare cosa è successo.

Alla prima curva qui ci siamo tutti colpiti l’un l’altro. Era fastidioso, perché avrei voluto avere le partenze di Ivo [Monticelli]. Parte brillantemente. Non so cosa ho fatto. So che abbiamo il potenziale per farlo, ma non sembra che accada. Ho combattuto più forte che potevo e ho superato. Penso di aver concluso nono nella prima gara. Non vedevo l’ora [il] secondo [uno]. Pensavo: “Giusto, vieni, lo vado a prendere.”

E’ stata solo una brutta partenza e un brutto primo giro. Mi sentivo semplicemente piatto. Mi sentivo come se non potessi recuperare tempo o spingere. Stavo provando. Non so se erano ancora un po’ gli effetti di ieri. Mi sentivo non molto bene. È strano, perché mi piace questo posto e mi piace la pista. Credo che dovrò tornare al tavolo da disegno e riprendere la prossima settimana in Germania. Di nuovo, sono stato bravo lì. Ho vinto qui da una 250F e ho vinto delle manche in Germania, quindi so che mi sento bene lì. Devo solo lavorare e andare avanti.

Sento che la prima metà della gara di qualifica è stata l’ultimo esempio di quello che puoi fare, perché sei passato da ventiduesimo a dodicesimo e probabilmente saresti arrivato al sesto o al settimo posto se non avevi il problema della cacca.

Si. Ho fatto dieci minuti. Le wave non mi hanno aiutato. Tutte quelle wave, ogni singola… Ho finito ieri e hanno appena detto, “Beh, se domani ti sembra di lasciar perdere.” Ero come, “Wow, non lo so.” Non voglio davvero essere l’unico a ritirarmi. La mia fidanzata deve pulire la mia attrezzatura, quindi non sono sicuro di come si sarebbe sentita a riguardo. Non era l’ideale. C’erano alcune parti del weekend in cui mi sentivo bene.

Non sono riuscito completamente a farcela e non so davvero perché, perché mi sento bene. Mi sento bene con la squadra. Sono veramente felice. Il mio meccanico e io, facciamo tanto lavoro e mi sento a mio agio. Mi sento bene. Ogni giorno della settimana spingiamo forte. Per qualche motivo nei fine settimana non stiamo facendo clic, ma sono tornato solo un paio da quando ho avuto qualche infortunio.

Almeno non sono caduto questo fine settimana! Beh, a parte nel primo giro di prova, quando ho perso il manubrio dopo aver tirato una lamina. È tutto ok. Devo essere migliore, devo intensificare ora per la Germania e l’Indonesia. Ho avuto gare buone e parti della stagione brutte, ma ho solo bisogno di mettere tutto insieme per fare delle belle gare per il resto dell’anno.

Ci sono state un sacco di chiacchiere sulla pista questo fine settimana. Tutti i piloti della MX2 con cui ho parlato hanno detto che oggi è stata preparata troppo ed era come una speedway per le loro manche. Come ti sei sentito riguardo alla preparazione della pista e tutto questo, durante questo weekend?

Non era molto accidentato. Era accidentato, ma era veloce e irregolare. Sarebbe stato quasi meglio se lo avessero lasciato com’era e poi la pista sarebbe diventata più lenta, perché le buche in frenata e le cose… Non erano così grandi. C’erano molti colpi in accelerazione. Duro, con una sorta di buche scalinate. Va bene, ma li stavamo colpendo abbastanza velocemente. Se avessero lasciato la pista com’era… Sembrava che avessero costruito delle sponde per la MX2 e poi era completamente spalancato, andando a sbattere contro le sponde e vicino alle discese.

Dovevi davvero passarci sopra con intensità. Non ho intenzione di lamentarmi. Pensavo che la pista fosse abbastanza buona. Con la sezione delle waves che era un po’ più tecnica. Era tutto a posto. Lo hanno appiattito, quindi è stato abbastanza facile per la manche. È quello che è. Avrei preferito se l’avessero lasciata più rovinata, in modo da rallentare le cose e rendere le persone un po’ più stanche. Mi sentivo come se tutti tenessero spalancato per tutta la durata della gara. Probabilmente era perché non mi sentivo così bene.

Sei al cento per cento adesso? Sto indovinando, ci stai arrivando?

Si. Ovviamente ieri non aveva davvero a che fare con nulla. Non mi sentivo davvero al cento per cento ieri. Non so se questo ha avuto effetto oggi. Sto bene. Mi sento bene. Mi sento solido con tutto. Sono fortunato che i ragazzi di Alpinestars abbiano fatto un buon lavoro. Mi hanno regalato una buona protezione, quindi ora ho corso con questo per proteggermi il braccio se dovessi cadere di nuovo. È buono. Ho un buon gruppo di persone intorno a me. Mi sento bene. Sono stato in grado di allenarmi. Niente scuse. Ho solo bisogno di andare avanti.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: ConwayMX

Share

MX Vice Editor || 25