NOTICIAS

Due Chiacchiere Con: Max Anstie

Compra la gamma 2020 di Alpinestars su 24MX!

Una chiacchierata con Max Anstie è sempre interessante e questa intervista esclusiva dal dodicesimo round del Campionato del Mondo FIM di Motocross 2019, il Gran Premio dell’Asia, non è stata da meno. Anstie parla delle regolazioni della moto, dei giochi mentali, delle condizioni della pista e di molto altro in un’intervista che manterrà i lettori impegnati. Ora occupa la dodicesima posizione nella classifica di campionato, seguendo una serie di eventi di successo.

MX Vice: Dopo lo scorso fine settimana ti aspettavi grandi cose. Penso che tutti si aspettassero grandi cose. “Potrebbe battere Tim Gajser questo fine settimana” è stato detto in giro. Non è successo ma, da dove eri ieri, uscendo con il quinto posto assoluto, si può dire che quello che immagino tu possa classificare come un weekend difficile, in fondo sia stato positivo.

Max Anstie: Si. Penso che gli ultimi tre siano stati solidi. Ero sesto in Germania. In realtà, questo fine settimana mi ha ricordato un po’ quel weekend. Stavo cercando il set-up ieri. Sono andato da una parte e ho pensato… La scorsa settimana, sono andato letteralmente con lo stesso set-up della Germania e mi sono sentito brillante. Non ho letteralmente toccato la moto per tutto il weekend. Questo weekend, ho usato lo stesso set-up, e la pista era ovviamente più veloce e più impegnativa. Sabato mi sentivo un po’ spento. Stavo spingendo, ma non ero proprio fluido come avrei voluto.

Ingrandisci

Site-Max-Anstie-5-1

Ray Archer

Sono andato in una direzione pensando: “Esatto, questa è la strada da percorrere”. Sono andato nella direzione sbagliata, ma queste cose si impara. Penso che sia fastidioso, perché in precedenza ho detto alla squadra che avrei potuto rifare tutto il weekend, o rifare il sabato in quel momento, in modo da potermi trovare in una buona posizione al cancello. Questo è ciò che oggi alla fine mi ha ucciso. Le mie partenze erano buone. La moto ha funzionato molto bene fuori dal cancello, ma ero solo un po’ largo. Sono arrivato dall’undicesimo o qualcosa di simile nei primi giri, finendo quinto in classifica generale. Ero solido. In realtà ho guidato bene… Mi sentivo bene oggi.

Sono contento che siamo andati un po’ in senso opposto rispetto a ieri. Da queste cose impariamo. Penso che sia importante non essere troppo… Non farsi trascinare via non appena hai una cattiva sessione dalle persone o chiunque sia, “Cosa sta succedendo?” Può letteralmente essere un paio di percento qui e un paio di percento lì. In questa classe, tutti sono così vicini. La differenza tra un secondo e mezzo in pista o due secondi è la differenza tra essere tra i primi tre o dodicesimo. È solo questione di mettere a punto le cose. Sono stato contento di essere riuscito a trovarlo e di aver lavorato molto bene con la mia squadra. Hanno fatto un ottimo lavoro.

Ci siamo riusciti oggi e abbiamo migliorato ad ogni sessione, quindi è stato bello. E’ un peccato non essere stato un po’ più veloce e l’ho fatto sabato, ma è andata così. È dura, perché in effetti ho guardato indietro alle mie note dall’anno scorso… Scrivo note dopo ogni fine settimana, ma è da Husqvarna a KTM. Sebbene tu possa pensare che sia relativamente simile, non posso usare molto le informazioni che ho raccolto l’anno scorso per aiutarmi al sabato. Stavo girando un po’ al buio con il modo in cui sono andato. È quello che è.

Alla fine della giornata, sono orgoglioso di tutti i ragazzi e dell’intero team Standing Construct. Abbiamo fatto un buon lavoro per ribaltare la situazione. Sesto in Germania, quarto la scorsa settimana, tra i primi tre in manche e poi quinto assoluto in questo weekend. Non è la mia pista migliore. Mi sento come se avessimo avuto un buon riposo per la stagione in arrivo. Abbiamo alcune buone gare. Io sono forte. Mi sento bene. Non vedo l’ora.

Ingrandisci

Site-Max-Anstie-3-1

Ray Archer

Prima di tutto, sono stupefatto che tu prenda appunti. Ovviamente, qui abbiamo una pista dura e quest’anno hai guidato la KTM sui circuiti duri. Questo non è lo stesso però. Hai piste dure, ma questo era proprio di un altro livello. Immagino che nulla di ciò che hai raccolto quest’anno sia valido qui?

No. Era strano. Onestamente, mi sono sentito davvero bene subito sia con la pista che con la moto. Ieri sono uscito in pista. Dalla TV o da fuori probabilmente non sembrava molto diverso, ma era cemento. È strano. E’ così bagnato, poi prendi questi canali e poi loro si cuociono e scuotono forte. Era davvero, davvero scivoloso. Preferisco di solito quando hai un po ‘di trazione e puoi davvero lasciarlo mangiare. Mi sento come se avessi apportato dei miglioramenti.

Sicuramente mi sento come se fossi in un parco giochi. Mi sentivo come se avessi potuto iniziare subito… Sono stato fuori dalla top ten di entrambe le manche, quindi è stato un peccato, ma mi sentivo come se fossi all’attacco, quindi avrei potuto fermarmi e correre. Tutti avevano ovviamente alla stessa velocità, quindi sto imparando. O vinci o impari. Alla fine della giornata, la settimana scorsa ero vicino a essere sul podio e questa settimana un paio di percentuali qua e là avrebbero potuto aiutarmi a migliorare.

Non vedo l’ora che arrivi la Repubblica Ceca. Come hai detto tu, la pista Ceca è più come quella di Arco in un certo senso. Posso guardare il set-up da lì e tornare a quello. È diverso quando arrivi a queste gare oltreoceano e hai a che fare con diversi elementi, specialmente con il caldo e la mappatura della moto. Ad essere onesti, questo weekend le moto erano un po’ più lente. Non so se fosse solo il caldo o se fossimo un po’ più in alto. Sono solo alcune piccole cose, ma è uguale per tutti. Siamo tutti sulla stessa barca. Positivo.

Ingrandisci

Site-Max-Anstie-4-1

Ray Archer

Devi essere felice anche della seconda manche. Hai rimontato, passato alcuni ragazzi veloci e ne hai lasciati indietro altri. Questo è stato il tipo di conferma che hai avuto delle buone partenze, quindi un podio sarebbe stato possibile. Non puoi chiedere molto più di quella seconda manche con la partenza che hai avuto.

Si Esattamente. Poteva, doveva, voleva e quant’altro. Ho molto rispetto per gli altri ragazzi. È davvero divertente correre, perché le persone sono incoerenti, ma stiamo tutti combattendo e lassù. Ci sono molti ragazzi che stanno andando veloci e possono salire sul podio. È divertente. Mi sto godendo le gare al momento. È bello combattere con i ragazzi.

È difficile mentalmente? La scorsa settimana la tua fiducia era alta, quindi stavi cavalcando quest’onda, poi mentre eri settimo oggi, pensavi: “Devo andare davanti?” Devi quasi sistemarti, capire la situazione in cui ti trovi e trarre il meglio da ciò che hai?

Ad essere onesti, ho solo cercato di concentrarmi sul processo di fare ciò che stavo facendo. Non sapevo nemmeno dove fossi. Ryan Dungey ha fatto questa cosa non molto tempo fa, Mind of a Champion. Firmerei per questo. Ho ascoltato le sue informazioni. È tutto molto interessante. Una cosa che ha detto è stata, se hai avuto una brutta partenza, a volte pensi: “Devo andare in testa, ho bisogno di correre, ho bisogno di arrivare in testa”. Ha detto che la cosa più importante è respirare. Prendi un settore alla volta. Controlla solo ciò che puoi controllare.

Non posso controllare quello che stanno facendo gli altri ragazzi. Naturalmente anche i ragazzi vanno veloci. Tutto quello che posso fare è guidare più veloce che posso, passare chi mi sta davanti e inseguire chiunque si trovi davanti a me. Quello era il mio obiettivo. Ho trovato alcune linee. Ho trovato delle buone battute. Era quello. Ad essere onesti, non sapevo nemmeno quanto avevo finito. Era difficile vedere il tabellone, a causa dei canali che erano sul rettilineo. Ero solo concentrato sul fare il mio lavoro solo questo. Ecco dove sono finito.

Ingrandisci

Site-Max-Anstie-7

Ray Archer

La scorsa settimana è stato lo stesso. Lo so da quando ho vinto le m anche in MX2 e cose del genere… È uno sport difficile questo, mentalmente, perché puoi facilmente essere influenzato da ciò che gli altri dicono o fanno. Come ora è tempo di contratto. Inizi a pensare ai contratti e a come devi essere in anticipo per ottenere un accordo decente o devi farlo per ottenere più denaro. La gente inizia a dire: “Se non ti fai vedere, allora sarai fuori”. Inizi ad ascoltarlo e a pensarci. Ciò ti può facilmente mettere pressione.

La cosa più importante è concentrarsi solo su ciò che è possibile controllare ed fare il meglio. È così. Penso che ci sia molto da fare per tutti al momento. Penso che, dalla mia parte, mi sono concentrato su un solo giro alla volta e ho superato chiunque potessi. Era pericolosa. La pista era scivolosa. Era abbastanza facile cadere. Dovevi solo concentrarti al cento per cento su quello. Nel momento in cui lasciavi entrare altri pensieri, probabilmente cadevi. Era come il ghiaccio in alcune sezioni. Era così.

Quando cercavi le regolazioni della tua moto, c’era una cosa specifica con cui stavi armeggiando o era proprio come una revisione completa della moto? Erano solo le sospensioni su cui andavi avanti e indietro?

Si. Questa è la cosa brillante di Glenn [Coldenhoff], il mio compagno di squadra. Ha guidato davvero bene ieri. Ivo [Monticelli] ci ha lavorato questa settimana sui tempi. Era strano, perché la scorsa settimana ho potuto vedere che forse hanno faticato. La settimana scorsa Ivo ha faticato un po’ di più, ad esempio, ma non ha cambiato molto l’assetto della sua moto per questa settimana, eppure ha funzionato questa settimana. Ho pensato “Giusto, rimango con il mio set-up della settimana scorsa” e questo non ha funzionato.

Ingrandisci

Site-Max-Anstie-7-1

Ray Archer

Stavo solo modificando alcune piccole cose nelle sospensioni. Per essere onesti, proprio poco. Dall’esterno guardandoti potresti pensare di usare una linea diversa con le forcelle, o un paio di clic qui, non fa alcuna differenza, ma un secondo là fuori per noi è la differenza tra essere tra i primi cinque o fuori dai primi dieci nei tempi. È solo un po’ di confort. Sono solo cose secondarie. Sono aperto a parlarne. La maggior parte delle persone probabilmente non ne parlerebbe nemmeno. Alla fine della giornata, è quello che è.

Siamo tutti a un livello così alto e scopriamo che il due percento su ogni pista… La scorsa settimana, ho iniziato al novantanove percento. La moto era fantastica. Questa settimana forse ho iniziato al novantacinque per cento e ho dovuto fare un paio di aggiustamenti per arrivarci. Non puoi essere sempre presente ovunque, a meno che tu non abbia esperienza o regolazioni precedenti di anni precedenti o simili. Mi sento come se fossi abbastanza veloce a farlo subito, ma ovviamente avrei potuto essere un po’ più veloce ieri.

È quello che è. Ho un grande gruppo di persone che lavorano con me. Frankie, il mio uomo WP, ci sta lavorando. I miei meccanici e i ragazzi sono davvero bravi. Stiamo mettendo a punto. Non è come, “Oh no, sono tornato e usciremo con una moto completamente diversa.” La mia moto è davvero, davvero buona. Abbiamo dimostrato che è davvero, davvero buona. È solo che tutti sono così vicini. Tutti sono così veloci che l’uno o il due percento fa la differenza.

Ingrandisci

Site-Max-Anstie-2-1

Ray Archer

Qualche battaglia indonesiana questo fine settimana o si sono comportati bene?

No. La pista questo fine settimana era molto più ampia, quindi andava bene. Non ho avuto problemi. Mi piace davvero venire in questi posti. Non capirlo nel modo sbagliato. Amo i fan e amo tutti per aver supportato queste gare, perché è bello venire a vedere posti diversi… Anche il nostro tassista, era così pompato che gli ho dato una maglietta. Era oltre la luna. Significa davvero molto per questi ragazzi, quando alcune persone in Europa sono l’opposto. Lo aspettano in qualche modo.

Puoi dirlo dallo sguardo sul loro volto che lo apprezzano davvero. È bello farlo e farne parte. Sai che stai dando qualcosa a queste persone. Lo vedono solo una volta all’anno, quando veniamo qui. Anche la mia fidanzata, Milly, ha qualche foto. Lei ha i capelli biondi e non penso che ne vedano molto spesso in Indonesia. Penso che in generale sia bello per loro averci qui, qui per questo evento, non solo i piloti.

E’ luglio ora. Sono rimaste solo sei gare. Questa è una domanda stupida, perch so quale sarà la risposta, ma te la farò lo stesso. Ti ha già contattato qualcuno a proposito del Nazioni? Qualche discussione? Qualcuno ti ha detto qualcosa? Qualcuno sa qualcosa?

Non ho ancora parlato con Mark [Chamberlain]. Non ho sentito nulla.

Se non sarai in squadra, allora mi arrabbierò seriamente.

Alla fine, sono quasi sicuro che Lommel sarà la cosa più importante per la maggior parte delle squadre. Lommel è ovviamente la più simile ad Assen. Vedremo. Sono sicuro che Ben [Watson] farà bene. So che la sua mano è dolorante al momento ma diamogli qualche settimana e sarà a posto. Tommy [Searle] ha avuto la sua nuova moto ora e sarà molto buono. Sono sicuro che sarà molto veloce.

Shaun [Simpson], so che ora sta tornando al cento per cento. Sicuramente ci sarà anche lui. Abbiamo un buon gruppo di ragazzi. Vedremo. Vedremo con Mark cosa succederà. Non importa cosa ma io sarò pronto se la chiamata dovesse arrivare. Mi piace Assen, quindi sarà buono.

Ingrandisci

Site-Max-Anstie-6-1

Ray Archer

Niente Gran Premio d’Inghilterra l’anno prossimo, cosa ne pensi?

Si. È un peccato. Un vero peccato. Ho visto che il primo GP doveva ancora essere annunciato e pensavo che forse poteva essere lì, ma poi ho visto che Steve Dixon ha fatto un comunicato dicendo che non ci sarà. E’ un peccato per me, come pilota britannico, e per i fan inglesi. So che Matterley è una pista davvero fantastica. È un peccato. Ad essere onesti, sono sicuro che le persone lo hanno capito e non sto solo dicendo che questa è la mia opinione… Anche io non ho idea di cosa stia succedendo con la Brexit e cosa succederà.

Penso che se tutti debbano iniziare a ottenere visti e cose del genere, i viaggi e i camion sono un problema vero. Questo probabilmente perché nessuno sa esattamente cosa sta succedendo. Potrebbero perdere l’anno prossimo, perché probabilmente stanno ancora pensando a tutto, quindi speriamo che tornerà. Spero che sia un po’ come gettare le cose in aria. Sono deluso. Non sono sicuro che ci sia un altro motivo perché no, perché la pista è fantastica. È ovviamente un peccato al momento. Non so nemmeno cosa sta succedendo. Non so come ci influenzerà la Brexit. Vedremo.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: Ray Archer

Share

MX Vice Editor || 25