NOTICIAS

Due Chiacchiere con: Jed Beaton

Compra la gamma 2020 di Alpinestars su 24MX!

Una lunga chiacchierata con Jed Beaton al termine del dodicesimo round del Campionato del Mondo FIM di Motocross 2019, il Gran Premio di Asia, ha assicurato la copertura di molti argomenti. In questa esclusiva intervista ad MX Vice direttamente da Semarang si è parlato di tutto: dalle difficoltà che ha avuto con la pit lane, ai suoi piani per i prossimi dodici mesi. Beaton ora corre decimo nella classifica della serie MX2, centocinque punti sul pilota in quinta posizione.

MX Vice: Era uno di quei fine settimana in cui sarebbe potuta andare bene. Poteva andare bene. Lo sentivo, ma siamo seduti qui con un risultato un po’ scadente e non so come lo interpreti.

Jed Beaton: Ad essere onesti, questo è esattamente un risultato di m *a. Mi sentivo abbastanza bene nelle prove libere e in quelle cronometrate. Dovevo qualificarmi in P2, ma sono saltato con una bandiera gialla quando [Bas] Vaessen è caduto sul rettilineo della partenza. Avevano la bandiera gialla sul traguardo, quindi non so come funziona. Ad ogni modo, sono stato fermato e ho finito in P4. La guida è andata bene questo fine settimana. Nella gara di qualifica ho commesso un errore da solo, lungo la corsia dei box, perché hanno coperto i solchi di roba morbida. Al secondo giro, sono arrivato abbastanza forte e l’anteriore è finito in un solco. Sono andato oltre il manubrio.

Ingrandisci

Site-Jed-Beaton-3-1

Ray Archer

La guida questo fine settimana era abbastanza buona però. Dopo la buona partenza della prima manche e l’arrivo in P4, ero abbastanza eccitato per la seconda gara. Ovviamente non sono andato sul podio in questa stagione, quindi questo era l’obiettivo per questo fine settimana. Soprattutto avendo la possibilità di farlo con un buon risultato nella prima. Ero fiducioso che accadesse. Ho iniziato con una partenza non proprio brutta, ma poi ho finito per entrare in un groviglio con i ragazzi di nuovo giù nella corsia dei box.

Questo ha praticamente trasformato il mio weekend in un solo giro. Mi sono alzato, ero già molto indietro e ho quasi rovinato le mie possibilità di andare a podio. Come ho detto prima, la guida è stata buona questo fine settimana. Dobbiamo solo portare avanti questo slancio e sperare in risultati migliori a Loket.

Concedimi un play-by-play dell’incidente nella seconda gara, perché c’era un indonesiano coinvolto. [Adam] Sterry è stato coinvolto, ovviamente, perché è sempre lì quando c’è un incidente al primo giro.

La seconda gara è stata piuttosto frenetica sin dall’inizio. C’è stato un grande incidente alla prima curva, poi ovviamente hanno gettato molta acqua. Il solito tipo di cose… Hanno preparato la corsia dei box dritta, ma ci sono passati sopra con un bulldozer. I canali erano ancora sotto. Non so come sia possibile, ma uno dei piloti indonesiani ha fatto una buona partenza. Penso che si sia bloccato nella corsia dei box e non si aspettava di colpire uno di quei canali.

Ingrandisci

Site-Jed-Beaton-5

Husqvarna Motorcycles

È andato giù abbastanza forte e la sua moto ha preso un paio di noi, quindi non so chi sia effettivamente andato giù. So di Sterry e sono andato giù, perché eravamo gli unici due ragazzi lì quando mi sono alzato. Penso che abbia qualche altro ragazzo. Ad essere onesti, pensavo di esserne uscito inizialmente. Ho visto la sua moto rimbalzare su e giù da terra. Stavo guardando avanti, “Me la sono cavata” ho pensato, poi sono stato colpito un altro urto proprio alla fine e poi mi sono risvegliato di nuovo. Letteralmente, la moto mi ha dato un pugno giusto al petto.

Respiravo a malapena quando mi sono alzato, a dire il vero, perché mi ha colpito al petto e alle costole. Ero come, “Oh mio dio”. Che diavolo è successo? Mi sono alzato ed ho cercato di respirare un po’ ma non ci riuscivo. Ho giusto sollevato la moto, sono andato a sedermi per fare il salto successivo e il respiro non era davvero tornato molto.

Ho giusto fatto il primo giro abbastanza facilmente. Ho quasi perso l’anteriore circa cinquecento volte, perché hanno buttato l’acqua. È quello che è. Stavo correndo. È solo un incidente che nessuno avrebbe potuto evitare. Mi sono appena ripreso. Ero nel posto sbagliato nel momento sbagliato. Se avessi fatto una buona partenza, allora non sarei stato in quella situazione. Dio sa come ha fatto una buona partenza.

Ingrandisci

Site-Jed-Beaton-4

Ray Archer

Le tue dita sono fottute o stanno bene?

Sì, il mio mignolo è piuttosto gonfio al momento. Non posso davvero piegarlo molto. Direi che è rotto o è piuttosto irritato. Forse fottuto.

Anche l’incidente in qualifica è stato decisamente brutto. Ogni volta che stai andando lungo un rettilineo e finisci all’indietro, non è mai una buona cosa. Sei stato picchiato abbastanza forte anche da quello? Sei malmesso e dolorante?

Si! Esattamente. Il primo, mi ha davvero colto alla sprovvista. [Calvin] Vlaanderen mi ha sorpassato e stavo solo cercando di ripassarlo sul rettilineo. Ovviamente la stava prendendo un po’ alla leggera, perché sapeva che era morbido. Ero come, “È preparato, non importa.” Il mio front-end è entrato in uno dei canali che c’erano già, quindi ero faccia avanti prima che me ne accorgessi. Stavo affrontando all’indietro.

Mi sono alzato e non avevo idea di cosa fosse successo, davvero. Ho cercato di riorganizzarmi e recuperare più posizioni possibili. Sono arrivato nono, ho guardato avanti e ho visto che c’era un buco troppo grande. Ho girato solo per gli ultimi due giri. Ho cercato di risparmiare un po’ di energia per oggi, ma non ne avevo davvero bisogno comunque. Sono stato preso da qualcun altro, quindi non ha funzionato come volevo. È quello che è.

Ingrandisci

Site-Jed-Beaton-1

Ray Archer

Se guardiamo i lati positivi, allora il positivo che ho colto dal tuo weekend è la prima gara. [Thomas] Olsen fa l’hole-shot, tu eri sesto o qualsiasi altra cosa. L’hai praticamente coperto. L’hai preso. Eri chiaramente più veloce. Eri più veloce di lui nella prima manche della scorsa settimana. Il fatto che ti stia muovendo verso una posizione in cui potresti sorpassare il numero uno della squadra nei punti, è positivo. Sto guardando a questo e penso: “Mi sento come se qui ci fosse qualcosa da fare.”

Si. Questo è l’obiettivo, solo per ottenere i migliori risultati che io possa ottenere. Essendo nella posizione in cui si trova, è stato per un po’ nella squadra. Sta ottenendo buoni risultati ogni anno e sta bene. Al momento è piuttosto solido. Mi ci è voluto molto tempo prima di liberarmi dei piccoli infortuni di cui soffrivo. Mi ci è voluto molto tempo per adattarmi alla moto, perché stavo sempre guidando con un infortunio e il livello di forma fisica non esisteva dopo aver trascorso un po’ di tempo lontano dalla moto e cose del genere.

Ora che la palla sta rotolando, mi sento come se fossi in una posizione abbastanza buona. Mi sento davvero bene con la moto. Ultimamente, tutti intorno a me sono stati davvero concentrati sull’ottimizzazione della moto per me e su come mi piace. Al momento è irreale. La moto è super veloce. Penso di essere finalmente in grado di guidare come dovrei essere in grado di provare e sentire di nuovo me stesso. È passato molto tempo da quando mi sono sentito me stesso. Stavo combattendo con quei ragazzi l’anno scorso, fino a quando mi sono infortunato, ma ora sono tornato lì. È stato un lungo cammino per arrivarci.

Stavo diventando impaziente, perché so nella mia testa che posso e dovrei essere lì. Alla fine, guidare con infortuni e non essere in forma e cose del genere rende tutto più difficile. Ho una buona moto e mostrerò una buona velocità qua e là, ma poi faccio casini o qualcosa del genere. Anche quando stavo guidando infortunato  nella pista da allenamento e roba del genere, non ero in grado di guidare tanto quanto posso fare ora. Sono solo piccole cose del genere. Sono tutte quelle cose che sono solo l’un per cento che ora stanno costruendo tutto.

Ingrandisci

Site-Jed-Beaton-2-1

Ray Archer

Credo anche che le partenze siano davvero importanti ora. Questa traccia era abbastanza grande e ampia. C’erano salti enormi e cose del genere, ma per essere onesti era una sorta di mono-traiettoria dove tutti usavano sempre la linea veloce. Non direi un solo lato, ma la maggior parte delle sezioni aveva una buona linea e tutti la stavano usando. La partenza è molto importante a meno che tu non possa essere quel ragazzo che rimonta negli ultimi cinque-dieci minuti, a causa del caldo.

Oggi non potevo farlo, perché ero troppo indietro. Sento che stiamo andando nella giusta direzione. Il mio obiettivo è essere davvero forte per questa ultima metà della stagione. Credo fermamente di poter salire sul podio. Posso quasi sentirne l’odore. Non è lontano. Continuerò a provare più che posso per ottenere quei risultati.

A proposito di guida con infortuni, puoi guidare con un mignolo rotto? Questo non dovrebbe essere troppo fastidioso. Basta tagliarlo.

Si. Mi sono alzato oggi e ho sentito che era piuttosto dolorante. Ho guidato così oggi. Sarà molto peggio subito dopo l’incidente di quello che sarà tra una settimana o qualsiasi altra cosa. Non sono troppo stressato per questo. Penso di aver guidato con molto più dolore di un mignolo. Va tutto bene.

Ingrandisci

Site-Jed-Beaton-8

Husqvarna Motorcycles

La prima volta su questa pista. Tutti quelli con cui ho parlato stasera, che sono tantissimi, hanno praticamente detto la stessa cosa. Il layout è abbastanza buono per i GP. Il suolo ha bisogno di lavoro. Ci sono piste dure come la Francia, ma questo è un altro livello.

Per essere onesti, ci sono piste che sono dure ma quando sono brillanti hanno ancora un qualche tipo di grip. Sembra, questo, è proprio come se tu non avessi alcuna presa. Vanno a buttare acqua su quelle sezioni per la polvere e cose del genere, ma a dire il vero penso che questo tipo di terra non crei nemmeno polvere. È così difficile. Sul traguardo oggi, penso di essermi quasi schiantato tre volte in sella sulla rampa di salita. È quel terreno duro. Entrambe le ruote scivolano.

Nella prima manche, stavo cercando di prendere Thomas e mettere un po’ di grinta alla fine. Seriamente, mi sono sentito impreciso. Nella mia testa pensavo: “Amico, voglio davvero tornare in buona salute in Europa”. Ho avuto abbastanza infortuni quest’anno e cose del genere. Stavo solo cercando di trovare un ritmo confortevole dove basta fare clic sui giri e guidare in cruise control. Se provi a spingere al limite su una pista del genere, penso che non risulti così bene.

[Jorge] Prado stava praticamente girando intorno alla tranquillo ma, alla fine della giornata, penso che sia molto più veloce su una pista come quella in cui è così scivoloso e tutto, perché è così semplice. Ad essere onesti, tutti cercavano letteralmente di spingere quel po’ e commettevano errori. Penso che fosse semplicemente pulito durante le gare, cosa che lo ha aiutato molto. Non posso davvero dire molto altro. È una pista davvero bella, come hai detto tu, ma penso che sia la stessa di tutti gli altri… Il terreno è piuttosto pericoloso.

Ad essere onesti, non penso che possano fare così tanto lì. È quello che è. Spero che l’anno prossimo risolvano con un sistema di irrigazione migliore o qualcosa del genere, in modo che non si trovi nelle sezioni. È proprio come un irrigatore lungo l’intera pista o qualcosa del genere, solo così puoi mantenere sempre l’umidità invece di un solo carico enorme di acqua prima delle manche della MX2 ogni volta.

Ingrandisci

Site-Jed-Beaton-7

Husqvarna Motorcycles

C’era un discreto numero di fan australiani questo fine settimana. Ho visto di più comunque.

C’erano un paio di fan australiani che sono venuti qui. È abbastanza vicino all’Australia, quindi probabilmente questo sarebbe il posto migliore per loro. È così caldo qui che, ad essere onesti, non esci davvero dalla tenda dove è l’aria condizionata, quindi non ne ho visti troppi. È lo stesso per tutti, immagino. Tutti cercano di rimanere il più freschi possibile, rinfrescarsi dopo gara e smettere di sudare. È solo una sudata continua.

Ero lì e ho visto solo un paio di ragazzi dall’Australia brevemente. È bello. Ogni volta che vedi qualcuno dall’Australia è bello ritrovare il gergo australiano e basta parlare normale invece di mezzo-spastico come faccio con ogni europeo, così possono capirmi. È proprio così. In realtà è piuttosto bello quando si parla di nuovo con gli australiani. Speriamo che arrivino presto un GP.

Ho ricevuto un tweet ieri… Penso che tu possa prendere questo. Non lo condividerei con tutti i piloti. Qualcuno ci ha twittato dicendo qualcosa del tipo: “Beaton bene e ha davvero ha raggiunto il picco l’anno scorso”. Stiamo vedendo che non è il caso. I risultati potrebbero non essere all’altezza, ma sta arrivando. Sarai felice se riuscirai a ottenere un podio negli ultimi sei round, giusto?

Sì, credo. Non so come possa dire di aver raggiunto il picco l’anno scorso quando penso di aver fatto solo otto round o qualcosa del genere. Non ho nemmeno avuto la possibilità di raggiungere il picco. Le persone possono dire quello che vogliono. Il mio obiettivo è in definitiva essere forte per il resto di questa stagione e ottenere risultati costanti. Non tanto come podio solo. Voglio anche salire sul podio o salire su un podio o due, ma questo è sicuramente l’obiettivo di tutti. Il mio obiettivo realistico è di essere molto costante per l’ultima metà della stagione, quindi spero di provare ad entrare nella top five del campionato. Sarebbe fantastico.

Penso che sia quasi fattibile se sono molto costante per l’ultima metà, ma questo è solo un mio obiettivo che devo cercare di raggiungere da solo. Ad ogni modo, non direi che ho raggiunto il picco l’anno scorso. Ho fatto solo i GP l’anno scorso e quest’anno, quindi è un picco piuttosto veloce. Potrei dover fare le valigie e tornare in Australia. Se non va meglio da qui in poi, c’è qualcosa di sbagliato. Mi sento come se fossi lontano dal picco. Per essere onesti, ho solo bisogno di fare davvero buoni risultati e poi arrivare forte all’anno prossimo. Il mio obiettivo è di costruire per il prossimo anno ora. Credo che se vince il Prado, deve salire.

Ingrandisci

Site-Jed-Beaton-6

Husqvarna Motorcycles

Salirà lo stesso.

È una classe aperta.

La gente lo penserebbe dato che Olsen è il favorito e per due settimane di fila hai dimostrato di poterlo battere.

Non ho provato di poterlo battere, ma ho dimostrato che posso essere lì vicino. Cercando di dimostrare che posso essere lì e avere la velocità per raggiungerlo. Tutto dipende da quanto è buono il fuori stagione. Ora ho un set up davvero confortevole ed è qualcosa su cui possiamo sempre contare. Se non siamo felici, possiamo sempre tornare indietro. Sono solo cose del genere. Ora mi sento come se fossi davvero in una buona posizione per mettermi davvero in gioco e diventare uno di quei ragazzi il prossimo anno che può essere nelle battaglie settimana dopo settimana.

In fin dei conti è quello per cui ho lavorato tutto l’anno. Sono solo le piccole cose che mi trattengono. All’inizio dell’anno mi sentivo come se stessi andando abbastanza bene. Ho avuto quel piccolo infortunio a LaCapelle, che mi ha messo fuori per un po’. Ho perso il primo round, questo ha riportato un po’ indietro la fiducia. Ultimamente ho costruito una buona fiducia e credo di poter essere di nuovo lì con quei ragazzi.

Quando arrivo da una gara e arrivo quarto, sono incazzato per questo. So che voglio di più. Questo è l’obiettivo, di sicuro. Dovrei esserne felice, ad essere onesti, ma non lo sarò mai a meno che non faccia un po’ meglio. Alla fine della giornata, siamo tutti piloti e vogliamo solo ottenere i migliori risultati possibili.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: Ray Archer

Share

MX Vice Editor || 25